Fincondori costruisce due nuovi sottomarini di progettazione tedesca per la Marina Militare Italiana

Fincondori costruisce due nuovi sottomarini di progettazione tedesca per la Marina Militare Italiana

ROMA – Il cantiere Fincondieri del governo italiano ha firmato un contratto da 35 1,35 miliardi (63 1,63 miliardi) per la costruzione dei primi due dei quattro sottomarini U212 NFS previsti per la marina italiana.

Più vicine ai futuri sottomarini, le piattaforme NFS sono un aggiornamento di quattro sottomarini U212, grazie a una partnership con Thyssenkroop Marine Systems, che Fincondieri utilizzava in precedenza con tecnologia tedesca per l’Italia.

I nuovi sottomarini mescoleranno la tecnologia tedesca con più contenuti italiani rispetto al primo volume, a partire dal sistema di gestione della guerra fornito da Leonardo d’Italia, segnando la prima pista in campo per Leonardo.

La società tedesca ha dichiarato in una dichiarazione che l’accordo del 26 febbraio di Fincondier con l’organizzazione europea di acquisizione della difesa OCCAR segue un accordo del 23 dicembre 2020 con Thyssengroup Marine Systems per la licenza del progetto del sottomarino.

La reputazione dell’U-212 per lo slancio silenzioso e il lungo raggio si basa sul suo sistema di propulsione indipendente dall’aria (AIP), che è alimentato da celle a combustibile a idrogeno e ossigeno.

Le versioni NFS utilizzano nuove batterie agli ioni di litio di fabbricazione italiana anziché batterie al piombo.

La società ha detto che alcuni dei componenti, comprese le sezioni di prua e le unità a celle a combustibile delle barche, saranno prodotti da Tyssenkroop Marine Systems in Germania.

In una dichiarazione rilasciata venerdì, Leonardo ha affermato di aver firmato un accordo da 150 milioni con Fincondieri per fornire sistemi di gestione della guerra per due sottomarini e un centro di simulazione e addestramento presso la base navale di Toronto in Italia.

Entrando nel business dei CMS sottomarini, Leonardo ha affermato di aspettarsi una collaborazione con le sue operazioni nei sistemi di navigazione di superficie, “L’investimento in innovazione avvantaggia entrambe le linee di prodotto.

“Faremo un vero salto tecnologico rispetto ai sottomarini della classe precedente, ha dichiarato Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincondiri, partendo dal design e dal sistema di combattimento progettato in collaborazione con Leonardo e avendo la responsabilità di integrarli nella nave. Ciò consentirà all’Italia di continuare ad essere un attore di primo piano tra i paesi limitati che possono sviluppare unità così avanzate. “

I progettisti italiani hanno anche introdotto un nuovo rivestimento in fluoropolimero sugli scafi del nuovo sottomarino, che riduce l’aggressività per ridurre la trazione, migliorando allo stesso tempo l’idrodinamica delle navi con modifiche nel design della prua.

È prevista un’antenna aggiuntiva per fornire la capacità di combattimento elettronico, mentre i circoli di sicurezza hanno dichiarato a Security News che nel 2019 nuovi sottogruppi sono progettati per lanciare missili dai loro tubi lanciasiluri.

“Il progetto vedrà una grande applicazione della tecnologia italiana e la partecipazione di grandi, medie e piccole imprese nazionali”, ha detto in un comunicato la Marina italiana.

Il primo lotto di quattro U-212 è stato consegnato tra il 2006 e il 2017, parallelamente all’acquisto della piattaforma tedesca.

Il nuovo sottomarino sostituirà i suoi quattro sottomarini più vecchi, in vetro sauro, che sono ancora in servizio, mantenendo così la domanda nazionale italiana di otto sottomarini.

Fincondieri giovedì ha annunciato una perdita di 245 milioni di euro nel 2020, innescata da un crollo del 20% della produzione dovuto al governo, ma ha detto che dovrebbe aumentare di nuovo nel 2021.

Il commercio è stato potenziato dalla vendita di due navi da guerra FREMM all’Egitto.

Entrambe le navi vendute in Egitto furono originariamente assegnate alla marina italiana, ma furono restituite al Cairo per una rapida vendita. Fincondieri sta ora costruendo altre due navi in ​​forma generale per completare l’ordine dell’Italia.

Nel frattempo, Thaisencrub Marine Systems ha venduto il suo design U212 come il fulcro di una collaborazione tedesco-norvegese, concludendo nel 2017 che produrrà sei nuove barche. L’azienda ha anche in programma di vendere questo design nei Paesi Bassi.

Il rapporto è stato fornito da Sebastian Sprenger da Colonia, in Germania.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UNICITTA.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Unicittà