Gruppo armato rifiuta di uccidere l’ambasciatore italiano in Congo | Mondo | notizia

Gruppo armato rifiuta di uccidere l’ambasciatore italiano in Congo |  Mondo |  notizia

Scritto da Fiston Macamba e Howard Holland

Coma, Repubblica Democratica del Congo (Reuters) – Un gruppo armato nel Congo orientale ha negato ogni coinvolgimento nell’attacco, accusando il governo di aver teso un’imboscata alle Nazioni Unite dove sono rimasti uccisi l’ambasciatore italiano e altri due.

Lunedì il ministero dell’Interno congolese ha incriminato un militante hutu noto come Forze Democratiche di Liberazione (FDLR) del Ruanda, che stava operando vicino alla scena della morte dell’ambasciatore Luca Attancio, 43 anni, e della sua guardia del corpo, Vittorio Ikovachi, 30 anni.

Anche l’autista del Programma alimentare mondiale Mustafa Milambo è stato ucciso, hanno detto funzionari locali.

Le FDLR sono state fondate da alti funzionari e militanti ruandesi che sono stati accusati dalle Nazioni Unite e da altri di complottare il genocidio del 1994 nel vicino Ruanda. È uno dei circa 120 gruppi armati che operano nel Congo orientale.

“Le FDLR dichiarano di non essere state coinvolte in alcun tipo di attacco”, ha detto il gruppo ribelle in un comunicato martedì, condannandolo come un “massacro codardo”.

Le FDLR hanno rapito due turisti britannici nello stesso villaggio nel maggio 2018 e li hanno trattenuti per diversi giorni prima di rilasciarli. Il circostante Parco Nazionale Virunga si trova al confine del Congo con il Ruanda e l’Uganda e ospita più della metà dei gorilla di montagna del mondo, poi chiuso per nove mesi.

L’ambasciatore ha subito un’imboscata lunedì da sei uomini armati che hanno parcheggiato due auto sulla strada a nord della capitale provinciale del Nord Kivu, ha detto il presidente congolese.

Gli aggressori hanno ucciso sette passeggeri e uno degli autisti che sono scesi dalle auto.

READ  30 Migliori Trapiantatore Manuale Piantine Testato e Qualificato

Una squadra di Army e Park Rangers ha monitorato e spento le fiamme.

“I rapitori hanno sparato a bruciapelo contro la guardia del corpo morta sul luogo e l’ambasciatore, ferendolo all’addome. Un’ora dopo l’ambasciatore è morto in coma in un ospedale di pace delle Nazioni Unite”, ha detto il presidente. Ha aggiunto che stava inviando una squadra per indagare.

Pierre Boiselet, di Kiwi Security Tracker, uno sforzo di ricerca che mappa i disordini nella regione, ha detto che le FDLR non possono essere escluse.

“(Ma) non abbiamo visto, il governo non ha ancora dimostrato, ci sono prove per dimostrare la responsabilità delle FDLR in questa fase”, ha detto Boiselet.

.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UNICITTA.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Unicittà